Faulo McCartney: «Il matto sulla collina» e la terra piatta

paulfaul_gf.png

Faulo McCartney è Phil Ackrill/William Shephard, è un uomo che lavorava come un assistente/doppio corpo a Paul e il gruppo musicale The Beatles e poi ha iniziato l’interpretazione del ruolo di Paul McCartney, imparando come suonare con la sinistra mano e tutti i manierismi di McCartney morto nel 1966. (Come è ufficialmente dichiarato da Gabriella Carlesi e Francesco Gavazzeni, ricercatori imminenti dal governo italiano, con la loro squadra di scienziati e esperti, in tribunale tedesco, e l’analisi delle impronte vocali di Dott. Henry Truby dell’università di Miami a Florida [1].) A causa della tristezza di vivere una bugia, le canzoni dei tutti i membri del gruppo diventavano tristi e strane, e hanno svelato non solo indizi sulla verità su di loro, ma anche sulla terra piatta.

Qua analiziamo il testo di una canzone di Faulo intitolata «Il matto sulla collina».

Prima, il testo in inglese, doppoché possiamo dare un occhio alla traduzione in italiano:

Day after day alone on the hill, the man with the foolish grin is keeping perfectly still. But nobody wants to know him – they can see that he’s just a fool, and he never gives an answer.

But the fool on the hill sees the sun going down
and the eyes in his head see the world spinning round.

Well on the way, head in a cloud, the man of a thousand voices is talking perfectly loud.
But nobody ever hears him or the sound he appears to make, and he never seems to notice.  [rit.]

And nobody seems to like him. They can tell what he wants to do, and he never shows his feelings.  [rit.]

Oh, oh, oh…round ‘n round ‘n round ‘n round ‘n round….

And he never listens to them, he knows that they’re the fools. They don’t like him.   [rit.] Oh round ‘n round….

 

Adesso guardiamo la traduzione con commenti colorati:

Giorno dopo giorno, solo su una collina
l’uomo col ghigno da matto
L’uomo matto = gli aristocratici/massoni/farisei che ci ingannano. Solo = sono con tante  persone, ma si sente la mancanza di vera amicizia. Giorno dopo giorno = sempre. Su una collina = in un posto dove si vede chiaramente la vera forma della terra

se ne sta perfettamente immobile
ma nessuno lo vuole conoscere
immobile = la terra è assolutamente stabile (non è una palla girante). ma nessuno lo vuole conoscere = è un materialista con tanti beni che tutti vogliono, e vengono tante persone da lui, ma nessuno fra di loro è veramente un amico

vedono che è solo un matto
e lui non da mai una risposta
vedono = la gente capisce che
lui non ha ragione, anche se non sa precisamente perché
non da mai una risposta = lui inganna e sfrutta la gente sempre, tiene i segreti sulla verità, tiene il popolo in ignoranza, così riesce a sfruttare e abbassare la gente in un sistema “capitalista” (di competizione)

Ma il matto sulla collina
vede il sole tramontare
e con gli occhi della mente
vede il mondo girare
vede il sole tramontare = vede chiaramente che il sole gira intorno noi, e che noi sicuramente non stiamo girando intorno il sole. con gli occhi della mente vede il mondo girare = sta inventando una cosmologia falsa per il popolo

beatles_strani

i bimbi sacrificati a Molech (Baal/Satana). che “divertente”!

Strada facendo, la testa in una nuvola
l’uomo dalle mille voci
parla assolutamente forte
ma nessuno lo sente mai
o nessuno sente il suono che sembra lui emetta
e lui sembra non accorgersene mai
la testa in una nuvola = è molto arrogante, sta facendo finta di essere un genio e nobile, e che capisce la verità (che è sempre molto troppo complessa per essere capita dal popolo). dalle mille voci = possiede e controlla tanti media e può ingannare (per rimanere un aristocratico in un sistema competitivo). (Questo è il suo modo di fare per non perdere il potere che ha).  nessuno sente il suono che sembra lui emetta = non si vede sicuramente che lui controlla questi media che la istupidisce, e nonostante l’inganno funziona su un livello, la gente non lo crede nel cuore. lui sembra non accorgersene mai = forse lui si accorge al livello semicosciente. = il matto e il popolo capiscono al livello semicosciente che si stanno giocando questa farsa, ma fanno i zombi/automi lo stesso (volentieri).

Ma il matto sulla collina
vede il sole tramontare
e con gli occhi della mente
vede il mondo girare
= il materialista vede che la terra è piatta, ma crea apposta l’illusione copernica

mccart48

tutti noi viviamo in un sottomarine giallo (sotto il firmamento su cui c’è un altro mare e dove brilla il sole. Dio disse “Sia il firmamento nel mezzo alle acque per separare le acque dalle acque.” – Genesi 1,6). Gesto a sinistra: il 666 degli illuminati. A destra: i corni di Baal/Baphomet

E sembra che non piaccia a nessuno
possono dire cosa vuole fare
e lui non mostra mai i suoi sentimenti
= il matto non ha amici veri (amicizia è una cosa spirituale, e materialisti non lo possono raggiungere mai il vero amore o la vera amicizia).

Oh, oh, oh
girare e girare e girare
e girare e girare
= il matto crea sempre più illusioni per assicurare il suo posto nella società

Lui non li ascolta mai
sa che sono loro i matti
a loro lui non piace
= l’unica cosa che il matto riesce a fare è di insultare quelli (che domandano sulla sua teoria). Al popolo non piace questo matto che lo ignora e insulta. (Il matto insulta che altre persone sono matti. L’insegnamento buddhista che gli insulti sono uno specchio).

Oh, girare e girare e girare, e girare e girare Oh!
= i pensieri dei creduloni pallisti girano senza fine e senza scopo come la loro palla-terra girante, e alla fine sono solo nichilisti

Questa canzone spiega bene 1) la dualità della esistenza materiale 2) l’assurdità di questa dualità 3) saremo trappolati in questa dualità finché confessiamo la verità: noi siamo perfettamente immobili, e il sole tramonta. Immobili = stabili, tranquilli. Il sole tramonta = il luciferismo va via dalla nostra visione.

Questa canzone ci chiede: perché voi volete “girare” così senza sosta? Lo afferma che se continuiamo di credere nella scienza moderna e nichilista, dobbiamo continuare nella dualità e rinascere tutte le volte necessarie per capire che il mondo materiale è illusorio e che ogni gioia ha il suo dolore/ogni rosa ha spini/ogni pasto fa escrementi ecc ecc ad infinitum (“girare e girare oh!”).

Amen e OM

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in terra piatta e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...